Monica Arpesani Interior Designer | Attico con terrazze

Attico con terrazze


  • 15 dic


  • admin

Mq 390 Abitazione + Mq 107 Terrazzo al 5° Piano
Mq 40 Studio + Mq 350 Terrazzo al 6° Piano
VERONA, 2007

 

PLANIMETRIE 

Download planimetriaAttico        Download planimetriaTerrazza

 

L’abitazione in oggetto si trova in zona limitrofa al centro storico della città, in un edificio del 1939 su progetto dell’Architetto Ettore Fagiuoli. La struttura portante in cemento armato, che ha condizionato la ristrutturazione sia nella ridistribuzione degli spazi sia nella progettazione degli arredi interni, è stata interpretata come filtro e scansione in funzione dell’uso degli spazi interni.

Una particolarità è data dall’ingresso che avviene attraverso il vano scale condominiale al 5° piano, il quale è stato inglobato nell’abitazione. Lo stesso risulta il fulcro intorno al quale si sviluppa il progetto, fungendo da disimpegno tra la zona notte e la zona giorno, proseguendo al piano di copertura, dando accesso, attraverso un locale ad uso studio, alla terrazza piana che ricopre tutta la superficie dell’abitazione sottostante.

Nella zona giorno si trova una cucina passante, direttamente collegata al vano scale e alla zona giorno, un grande soggiorno che occupa tutta la larghezza del corpo di fabbrica dell’edificio, gode di un doppio affaccio vetrato che gli conferisce ampia luminosità e giro d’aria. Su un lato vi è un terrazzo con vista panoramica, pavimentazione in legno e serramenti in alluminio preverniciato, ad anta unica scorrevole, che scompaiono nello spessore della muratura, minimizzano il confine tra l’indoor e l’outdoor per una maggiore continuità spaziale.

I pavimenti in seminato chiaro a base resinosa per la zona d’ingresso, la cucina, il vano scala e il bagno degli ospiti sono sono gettati in opera, mentre la scala e il rivestimento delle pareti del bagno degli ospiti, realizzati con il medesimo materiale, sono stati preparati in laboratorio, assemblati e montati sul posto.

Nella zona giorno si trovano inoltre uno studio e un altro soggiorno dedicato alla televisione e all’ascolto della musica, un vano spogliatoio-guardaroba, un antibagno con lavandino e bagno ospiti.

La copertura piana dell’edificio è stata trasformata in terrazza con giardino pensile. I rivestimenti dei muretti, dei vani tecnici e delle coperture sono in doghe di zinco-titanio. La pavimentazione è parte in legno a doghe flottante e parte in prato, con camminamenti in quadri di pietra. Una pergola ombreggiante per la zona pranzo e una mini piscina conferiscono all’abitazione una godibilità all’aperto particolare, beneficiando di una spettacolare vista sulla città antica e la zona collinare.

Un’altra particolarità è data dal sofisticato tipo di impianto di riscaldamento e raffrescamento che è stato realizzato con pannelli a soffitto e tubature annegate sotto l’intonaco dei muri perimetrali, integrato da sistema di ricambi d’aria primaria e controllo dell’umidità il tutto controllato da una centralina ed un softwear particolari. La scelta del tipo d’impianto è scaturita dalla posizione e dall’orientamento dell’appartamento ritenendolo ideale al fine di conferire il maggior confort possibile.

L’impianto elettrico e di illuminazione è stato realizzato con sistema domotico integrato. L’illuminazione è prevalentemente costituita da corpi illuminanti del tipo a incasso nei controsoffitti e nelle pareti.

Un dettaglio è costituito dalle grandi porte scorrevoli alte mt 2,60, realizzate su disegno in acciaio lucido e vetro retinato, delimitano la zona della cucina.

La prevalenza degli arredi e le restanti porte in legno spazzolato con inserto in acciaio lucido sono stati realizzati a misura su disegno.

 

 

Share now